La sinfonia della natura al Vittoriano

Oltre 170 preziose opere mai esposte in Italia, tra dipinti, opere su carta e fotografie d’epoca, in grado di delineare il percorso evolutivo degli Impressionisti nella rappresentazione della natura e del paesaggio

Inserita da il 15 aprile 2010

Da Corot a Monet. La sinfonia della Natura” è la mostra che indaga il rapporto tra natura e arte, allestita  presso il Complesso del Vittoriano.
Proprio nell’anno che vede protagonisti il tema della crisi ambientale e dell’ecosostenibilità, è stato scelto dal Complesso del Vittoriano di realizzare una mostra sull’impressionismo francese come avanguardia nel campo dell’ecologia.

Da Corot a Monet. La sinfonia della Natura” è una mostra curata da Stephen Eisenman e John House, sostenuta dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali, dal Comune di Roma e dalla Regione Lazio.
La mostra a Roma al Complesso del Vittoriano, in un percorso con più di 150 opere, si prefigge lo scopo di mettere in evidenza il rapporto avanguardistico che gli Impressionisti francesi avevano con la natura. L’Impressionismo, attraverso una rivoluzione nella rappresentazione pittorica, stravolge il rapporto tra arte e pittura, esaltando e comprendendo la forza della natura nel profondo.
In rassegna l’evoluzione della pittura francese: dal periodo classico e tradizionalista della Scuola di Barbizon, il cui esponente principale è Corot (pittore paesaggista), alla rivoluzione dei canoni attuata dagli impressionisti, esaltando il vigore cromatico dei quadri di Monet.

Da Corot a Monet. La sinfonia della Natura” è un elogio e uno stimolo per indurre tutti ad una riflessione sull’importanza della natura e sulla speranza di una sensibilizzazione nella salvaguardia.

La mostra chiuderà i battenti il 20 giugno.