Home Viaggi Italia Parlando di turismo

Parlando di turismo

172
CONDIVIDI

Turismo Padova Terme Euganee ha partecipato sabato 16 ottobre alla prima Assise dell’Ospitalità Italiana tenutasi a Lazise in Provincia di Verona. Un appuntamento nazionale dedicato al tema dell’ospitalità che ha riunito enti ed amministrazioni pubbliche d’Italia operanti nel settore dell’accoglienza turistica e ha visto, quindi, la partecipazione di ben 25 Province di 13 Regioni italiane.

Lo scopo della prima Assise nazionale era di consolidare i rapporti interregionali e  interprovinciali per definire nuove azioni necessarie alla crescita complessiva del sistema turistico pubblico.
Nel corso della mattinata sono intervenuti al tavolo dei relatori il professor Giancarlo Dall’Ara, docente di Marketing del turismo, che ha sottolineato l’importanza dell’accoglienza turistica come valore aggiunto di un territorio. A seguire è interventa Antonella Tiranti, dirigente della Direzione Turismo della Regione Umbria, presentando l’esperienza di individuazione di una scala standard qualitativi comuni e condivisi dell’offerta turistica. Il professor Pio Grollo dell’Università di Venezia ha focalizzato il suo intervento sulla relazione tra pubblico e privato nella gestione dei servizi di informazione ed accoglienza turistica. La dott.ssa Monica Fondriest, Provincia di Verona, ha portato il caso scaligero di Provincia di Verona Turismo, società in house della Provincia. Daniel Marco Campisi, ha presentato l’esperienza di completa integrazione di uffici e servizi turistici dell’Alto Adige – Südtirol. Infine è intervenuto il Presidente Nazionale U.N.P.L.I. Claudio Nardocci che ha sottolineato l’importanza delle associazioni pro loco per il turismo nelle piccole realtà.

Nel pomeriggio, i partecipanti sono stati divisi un due gruppi lavoro. Nel primo gruppo, assessori, dirigenti hanno auspicato la definizione di standard minimi e comuni nell’attività dell’informazione ed accoglienza, evidenziando la necessità di mettere a sistema le molteplici governance dell’informazione ed accoglienza turistica oggi presenti in Italia, pur conservando le peculiarità del territorio, di creazione di una identificabilità unitaria degli uffici IAT incrementando anche servizi al turista, di formazione sempre più professionale del personale. Il direttore di Turismo Padova Terme Euganee, Dott. Stefan Marchioro, ha, inoltre, riportato l’esperienza veneta del progetto “Regio.IAT, Uffici Turistici in Rete” sottolineando gli aspetti innovativi relativi all’interoperabilità tra uffici turistici, tra portali turistici provinciali e quello regionale, il miglioramento della rilevazione statistica all’interno degli uffici IAT grazie a questionari e contapersone, l’uniformità degli elementi distintivi negli uffici IAT e l’acquisto del sistema DMS di ultima generazione.

Nel secondo gruppo di lavoro operatori e responsabili IAT hanno preso visione di quattro esperienze significative: le campagne di marketing turistico della Provincia di Ferrara; il marketing territoriale in Provincia di Pesaro Urbino; il report della Provincia di Terni sulle potenzialità dei social network; Provincia di Verona Turismo ha infine presentato i primi risultati del progetto “Regio.IAT, Uffici Turistici in Rete” grazie alla piattaforma tecnologica di Destination Management: un sistema informativo turistico moderno e condiviso tra Verona, Padova e Rovigo.