Ritrovato cadavere di Sarah Scazzi. Lo zio ha confessato

Alle ore 1:45 di questa mattina è stato ritrovato il cadavere di Sarah Scazzi, la 15enne di Avetrana della quale non si avevano più notizie dallo scorso 26 agosto.
Quel giorno Sarah aveva appuntamento con la cugina Sabrina M. per andare al mare insieme. All’appuntamento Sarah non è mai arrivata.
Il ritrovamento del suo cellulare, parzialmente bruciato, ha consentito di accelerare i tempi delle indagini per il ritrovamento del corpo.
A ritrovare il telefonino era stato lo zio di Sarah, Michele M. padre di Sabrina, che aveva dichiarato di averlo trovato dopo avere bruciato delle erbacce in campagna.
“Troppe coincidenze!” hanno dichiarato gli inquirenti.
E proprio su Michele si sono concentrate le indagini in questi ultimi giorni, finchè l’uomo ha confessato. Nella tarda serata di ieri sera ha dichiarato di essere stato lui ad avere ucciso, strangolandola, sua nipote Sara Scazzi, indicando anche il posto del ritrovamento del cadavere.
L’uomo è in stato di fermo di polizia giudiziaria per omicidio volontario.

”La notizia che non volevamo arrivasse, è arrivata”, ha commentato uno dei legali della famiglia Scazzi, Walter Biscotti.

Una scomparsa, quella di Sarah, che ha fatto sempre il pieno di audience in tv. E anche nella serata più triste, quella conclusasi con il ritrovamento del suo cadavere, ha vissuto momenti di intensa drammaticità per la partecipazione di sua madre, Concetta S. S., alla diretta del programma di Rai3 ‘Chi l’ha visto?’, in onda proprio da casa di zio Michele, assente con la moglie perchè trattenuto dai carabinieri.

Quando le voci che i carabinieri avevano cominciato le ricerche del corpo si sono fatte insistenti, la conduttrice, Federica Sciarelli, ha chiesto alla donna se non preferisse allontanarsi.
Concetta ha risposto: ”E’ meglio”, e accompagnata da uno dei suoi avvocati ha lasciato l’abitazione per raggiungere casa sua, dove qualche ora dopo le è stata comunicata la tragica notizia.

2 Comments on Ritrovato cadavere di Sarah Scazzi. Lo zio ha confessato

  1. Povera madre … povera famiglia!!! Porteranno sempre nel cuore il dolore ed il rimorso di aver concesso quel briciolo di fiducia e libertà che ogni genitore ha il diritto/dovere di concedere ad un figlio, ed ogni figlio ha il diritto di avere!!! Poteva davvero capitare a chiunque, e questa è il più grande rammarico!!! Ciao Yara … da lassù aiuta la tua famiglia alla rassegnazione e gli inquirenti a capire cosa è realmente accaduto, per avere giustizia!! La giustizia che meriti!!!

I commenti sono bloccati.