Home Arte Un’altra luce sull’arena più antica d’Italia

Un’altra luce sull’arena più antica d’Italia

60
CONDIVIDI

Viene finalmente riaperto l’accesso al terzo ordine degli spalti, da cui è possibile avere uno straordinario colpo d’occhio, tanto sullo spazio interno del Colosseo, quanto su tutta Roma.

Grazie a questa nuova apertura il visitatore recupera la percezione dei volumi originari del monumento e può godere a pieno della grandiosità del Colosseo.

L’altro grande spazio reso nuovamente fruibile ai visitatori è quello dei sotterranei, a cui si accede presso la sezione del monumento che comprende la grandiosa Porta Libitinaria, parimenti restaurata nel corso di questi interventi.
La discesa negli ambienti ipogei permette di aggiungere una parte fondamentale del monumento, dal momento che proprio in questi spazi sotterranei si svolgeva l’alacre attività dei giochi gladiatori. Questi spazi, infatti, raccontano i retroscena delle lunghe giornate al Colosseo: grazie a questi ambienti è finalmente possibile completare la visita del monumento, senza tralasciarne alcun aspetto.

L’accesso al terzo anello e agli ambienti sotterranei è consentito esclusivamente a gruppi di massimo 25 persone accompagnate da una guida.