Obama dice no alla foto di Bin Laden morto

E intanto in rete circolano le immagini dei corpi delle altre vittime. Foto diffuse da Reuters e scattate da un ufficiale pakistano subito dopo il blitz

Inserita da il 5 maggio 2011
Bunker di Osama Bin Laden, Abbottabad, Pakistan

Bunker di Osama Bin Laden, Abbottabad, Pakistan

La Casa Bianca ha detto no alla pubblicazione delle foto del cadavere di Osama Bin Laden, perché “troppo cruente”. Una scelta politica ponderata e dettata dal timore di possibili reazioni anti – americane da parte di gruppi filo alqaedisti. Nonostante il veto imposto dal presidente Barack Obama, seppur con qualche strascico di polemica soprattutto tra gli scettici, ecco comparire in rete alcune fotografie relative all’uccisione degli altri tre membri di Al Qaeda, all’interno del compound di Abbottabad.

Le immagini sono state diffuse questa mattina dall’agenzia di stampa internazionale Reuters e in queste ore stanno facendo il giro del mondo. Le foto in questione, secondo quanto riferisce Reuters, sono state scattate da un ufficiale della sicurezza pakistana, presente sul luogo del blitz e autorizzato a entrare nel bunker subito dopo il termine dell’operazione delle teste di cuoio americane.

Le tre foto in questione ritraggono i cadaveri di tre uomini, probabilmente i guardia spalle del leader di Al Qaeda, uccisi dai Navy Seals. Si vedono i loro corpi riversi sul pavimento in un lago di sangue. Le foto sono state scattate dopo l’incursione americana entro la fortezza. Il cadavere dello sceicco era già stato portato via.

La decisione della Casa Bianca di non diffondere le foto durissime del corpo martoriato di Osama Bin Laden nasce soprattutto dallo sforzo di non mettere a repentaglio la sicurezza nazionale. Come ha sottolineato il portavoce della Casa Bianca, Jay Carney: “non useremo la foto del corpo di Osama come trofeo”.