Sballottaggio

Vendola: "Il centrosinistra vincerà anche ai ballottaggi". Ora non esageriamo

Le elezioni amministrative sono parzialmente passate. È stata una mezza debacle per il centrodestra ma nulla è perduto, ci sono i ballottaggi.
Alta tensione a Milano e Napoli. Le due città in cui il flop del PdL è stato più evidente.
Si tratta delle città in cui il premier più si era impegnato in prima linea. Nel capoluogo campano Berlusconi si è recato di persona. C’è stata qualche contestazione. Strano, i napoletani dovrebbero essere abituati alla munnezza. Nonostante tutto il premier si è incamminato tra i rifiuti, un po’ si confondeva (ma solo perché è basso). Nel mezzo del comizio il presidente ha esclamato: “Non abbatteremo le case abusive“. Dovesse correre il rischio di rispettare una legge…
Ma la città che più ha infiammato gli animi dei politici e la fantasia degli elettori è stata Milano.
La Moratti ha rischiato la sconfitta già al primo turno. Ora ci sarà il secondo tempo e, nel caso, i rigori.
Il suo avversario è stato demonizzato. Memorabile è stata la performance della Santanché ad Annozero. La deputata si è infiammata nel parlare di Milano. Poi lo studio è stato evacuato per diossina.
Ma non finì lì. Nei giorni successivi Daniela ha detto che Pisapia, da sindaco, porterebbe la droga in città! Lei ha già la sua.
Ora bisogna capire cosa faranno gli altri. È tempo di alleanze. Casini è stato fermissimo: “Ai ballottaggi il terzo polo non farà sconti“. Sono passati direttamente ai saldi.
Gli strascichi del voto si vedono anche oltre i confini delle città in cui si è votato. Il governo è andato sotto ben cinque volte alla camera. Nessun dramma per il ministro Carfagna: “Mai avuto problemi a stare sotto“.
Ma il Paese va avanti.
In uno dei suoi tanti processi a Milano Berlusconi ha di nuovo rinnegato Mills. Siamo a tre volte.
Scandalo anche a Genova, dove tiene banco la questione del presunto parroco pedofilo. Gli vengono mosse accuse su accuse. Secondo la Santanché ha anche votato Pisapia.
Terremoto nel mondo dell’informatica: Skype diventa di proprietà di Microsoft. Da adesso comincerà a funzionare male.
Terminiamo con una lieta notizia di scienza. È stato finalmente scoperto il gene che aiuta ad essere felici. Ma costa ancora troppo.

Inserita da il 21 maggio 2011