5 giugno: Giornata Mondiale per l’Ambiente

Attenzione alta sui problemi ambientali e climatici, primo fra tutti la deforestazione, a sua volta causa di inquinamento, soprattutto in India

Inserita da il 5 giugno 2011

Quest’anno per la Giornata Mondiale dell’Ambiente è stata scelta come protagonista l’India, che ospiterà a Bombay e New Dehli numerose iniziative incentrate sulla tematica della salvaguardia ambientale. Numerose le manifestazioni organizzate anche nelle piccole e grandi città italiane.

L’India deve fare i conti una crescita massiccia della popolazione (ormai a quota 1,2 miliardi di abitanti), e contemporaneamente con numerosi problemi climatici e ambientali, come deforestazione e inquinamento.

“Non c’è nessun paese nel mondo – afferma Jairam Ramesh, ministro per l’Ambiente e le foreste – che sia così vulnerabile ai cambiamenti climatici, su tanti fronti, come lo è l’India. Questo rende necessario per noi di avere valutazioni scientifiche sull’impatto dei cambiamenti climatici”.

La giornata punta la sua attenzione anche su un animale in pericolo, la tigre del Bengala, minacciata dalla drastica diminuzione di spazi forestali e dal bracconaggio illegale.

Il WWF ricorda che “La deforestazione è responsabile globalmente del 15% di tutte le emissioni di gas serra, perderle significa sottrarre uno dei più grandi ‘serbatoi’ di CO2. Se non si interviene subito la perdita globale di foreste – conclude l’associazione – sarà pari a oltre 230 milioni di ettari (più della superficie della Groenlandia), che potrebbero scomparire entro il 2050″.