Omicidio Rea: ritrovato un altro telefonino del marito

Salvatore Parolisi era stato visto da un testimone gettare un cellulare in un campo. L'uomo ha ammesso di averlo fatto una volta chiusa la sua relazione extra coniugale

Inserita da il 17 giugno 2011

Salvatore Parolisi, in esclusiva a Quarto Grado ammette: E’ vero, il telefonino ritrovato nel campo sportivo di Villa Pigna è mio. L’ho buttato venti giorni fa. L’ho buttato quando ho deciso di chiudere il rapporto con la mia amante Ludovica”.

Sul marito di Melania continuano a concentrarsi le attenzioni e i dubbi degli inquirenti, che indagano da mesi sull’omicidio della donna, scomparsa il 18 aprile e trovata uccisa due giorni dopo.

Il telefonino era quello utilizzato da Parolisi per comunicare di nascosto con Ludovica, la donna con cui aveva una relazione: “L’ho buttato quando ho deciso di chiudere per sempre il mio rapporto con lei” ha detto Parolisi, “ma non contiene nulla di compromettente, altrimenti l’avrei bruciato”. Salvatore ha sostenuto, inoltre, di aver buttato il telefonino venti giorni fa e non una settimana fa, come raccontato dal testimone. “Una settimana fa, però, sono tornato nel campo perché quello per me è un luogo della memoria. E ho raccolto una margherita” – ha concluso l’uomo -.