Trent’anni fa moriva Rino Gaetano

Il giovanissimo cantautore perse la vita in un incidente automobilistico

Rino Gaetano, pseudonimo di Salvatore Antonio Gaetano, è stato un amatissimo cantautore italiano, nato nel 1950 e morto nel 1981.
Tra i suoi maggiori successi si ricordano Ma il cielo è sempre più blu, Gianna, con cui si classifica terzo al Festival di Sanremo, Berta Filava, Nuntereggaepiù, Mio fratello è figlio unico, Sfiorivano le viole.

La carriera e la vita di Rino Gaetano si interrompono tragicamente il 2 giugno 1981 all’età di trent’anni, in un incidente stradale a Roma, sulla via Nomentana, nei pressi del quartiere Trieste. La vettura finisce sulla corsia opposta e si schianta contro un camion.

Pur essendo in fin di vita, il cantante viene rifiutato da ben cinque ospedali, una circostanza sorprendentemente simile a quella narrata in uno dei suoi primi testi, La ballata di Renzo.
Muore per la gravità delle ferite riportate, per giunta a pochi giorni di distanza dalla data fissata per il suo matrimonio con la compagna Amelia.
Inizialmente venne sepolto nel piccolo cimitero di Mentana, per poi esser trasferito al cimitero del Verano, dove la sua salma si trova tuttora.

A trent’anni dalla sua morte, il nome di Gaetano, nonostante la sua breve parabola, viene ancora annoverato tra i grandi della musica italiana.

 

Inserita da il 2 giugno 2011