Treccine, rischio calvizia

Gli esperti sconsigliano le pettinature afro

Inserita da il 10 agosto 2011

Ricci o lisci, lunghi o corti, la cura dei capelli è importante per ogni donna. D’estate, poi, si lascia spazio all’immaginazione con acconciature e tagli semplici ma al contempo capaci di regalare un simpatico e fresco  look alla propria immagine. Ed ecco che arrivano le treccine in spiaggia. Attenzione però ai problemi di alopecia da trazione che le acconciature stile ‘afro’ possono causare.

Comode, pratiche e molto di tendenza in estate, salvo poi, al ritorno dalle vacanze, l’amara sorpresa di ritrovarsi senza capelli. Secondo Marco Toscani, presidente della Società Italiana di cura e chirurgia della calvizie “il problema è causato dalla continua trazione esercitata dalle treccine che, a lungo andare, possono determinare danni irreversibili”. Un rischio cui non sembrano dar peso le tante giovani donne che amano emulare l’ attrice Bo Derek. Sui lidi italiani da qualche anno, donne africane, o talvolta caraibiche, realizzano treccine per 35/40 euro (dal parrucchiere i costi possono lievitare fino a 600 euro). Secondo loro “nessun problema, solo vantaggi” per un’ acconciatura glamour per l’estate: pettinatura sempre in ordine, si soffre meno il caldo e addio al fastidio di nuotare con i capelli davanti agli occhi.

“Il sole, il sudore, la sabbia e l’acqua del mare – mette in guardia l’esperto - possono determinare l’alterazione del Ph naturale della cute con un aumento della produzione di sebo, e - aggiunge Toscani – l’impossibilità di lavare e asciugare accuratamente la chioma intrecciata può causare la proliferazione batterica, alla base di fenomeni come forfora, micosi e dermatiti”.

Quando si decide poi di toglierle ecco le conseguenze: “capelli indeboliti, cute irritata e sensibile - dichiara Roberto Carminati, hair stylist delle star –  follicoli sofferenti. Il diradamento dei capelli e la difficoltà a districarne i nodi costringe spesso a tagliarli”.

Il consiglio allora? Tenere le treccine al massimo per una settimana, ogni giorno lavare con cura la cute con shampoo delicato e asciugare bene l’intera capigliatura.