Si ripete il miracolo di San Gennaro

Anche stavolta il sangue nella teca si è sciolto

Inserita da il 19 settembre 2011

Il miracolo si è ripetuto: erano le 9.11 di stamane quando i fedeli raccolti nel Duomo di Napoli hanno assistito al prodigio dello scioglimento del sangue di San Gennaro.

L’annuncio è stato dato dall’arcivescovo di Napoli, il cardinale Crescenzio Sepe: “Appena aperta la cassaforte l’ho visto subito, quando ho preso la teca nelle mie mani, che il sangue era già sciolto. Forse anche prima delle nostre preghiere di questa notte San Gennaro ci ha ascoltato, quindi ci vuole veramente bene”, ha detto.
Un lungo applauso ha salutato il miracolo, a cui hanno assistito tanti fedeli, tra cui anche il sindaco Luigi De Magistris.

Secondo la tradizione, il sangue di san Gennaro si sciolse per la prima volta ai tempi di Costantino I.
Storicamente, la prima notizia documentata dell’ampolla contenente la presunta reliquia risale soltanto al 1389: durante una processione in onore dell’Assunta, il 17 agosto, vi fu l’esposizione pubblica delle ampolle contenenti il cosiddetto “sangue di san Gennaro”, che fu ritrovato liquefatto “come se fosse sgorgato quel giorno stesso dal corpo del santo”.

Il ripetersi del miracolo, di anno in anno, è ritenuto di buon auspicio dalla città partenopea, mentre la mancata liquefazione porterebbe cattivi presagi ed eventi negativi.