Bigenitorialità negata

Nessuno di noi figli ha scelto il divorzio. Ferire un nostro genitore è come ferire Noi figli

Gentile Redazione,

da figlio separato a 12 anni trovarsi poi a 30 a subire una separazione e l’allontanamento di mia figlia non è stato facile. In un lasso di 20 anni, dalla separazione dai miei genitori a quella da mia figlia, ho toccato con mano e sofferto molto di cui gli studi degli ultimi 40 anni parlano (patologie, dipendenze, difficoltà relazionali, disturbi psicosomatici, psicomotori, ansia e panico,…) e che ancora oggi mi impediscono di stare bene.

Scrivo per dare voce al mio bambino dentro che non ha potuto averla e che ha sofferto per anni in silenzio, e per dare voce a tutti quei figli che in questo momento non hanno voce e stanno soffrendo e nessuno li ascolta.
Nessuno di noi figli ha scelto il divorzio. Nessuno di noi figli ha scelto avere un solo genitore presente, di essere MONOGENITORE. Nessuno di noi figli ha chiesto di discriminare e quindi umiliare, emarginare uno dei nostri genitori. Ferire un nostro genitore è come ferire Noi figli.
Ogni anno in Italia e nel Mondo alcuni bambini nascono con le opportunità affettive, morali ed economiche di aver due genitori, altri NO. Vi pare sano? Io faccio questo esempio: pensate che sarebbe giusto mandare a scuola dei bambini 6 giorni la settimana e altri solo 3 giorni? Certo non tutti quelli con 3 giorni sarebbero meno acculturati di quelli con 6, ma la differenza sarebbe evidente. Si tratta di dare opportunità diverse. Allora mi chiedo Su quale base? Colore della pelle? Sesso? Religione? E’ giusto dare ad alcuni bambini più opportunità e ad altri meno? E’ giusto far prevalere la scelta di un adulto ad essere genitore single sul diritto di un bambino ad avere uguali opportunità agli altri bambini? Non stiamo sovvertendo importanti regole di solidarietà ed eguaglianza su cui si basano pace e democrazia?

La mia vita è segnata da questi divorzi selvaggi, dalle ipocrisie e dalla malcelata indifferenza verso i figli, dalla discriminazione verso un genitore, solo perché di sesso maschile. Mi auguro che esporre la mia storia, le mie ferite, possa contribuire a non far accadere questi problemi.
Vorrei poter crescere i miei figli senza avere il timore che un giorno possano deprivare loro dei bambini che avranno.
Vi segnalo questo utile portale sulla bigenitorialità: www.infanzia-adolescenza.info

 

Francesco

Inserita da il 18 ottobre 2011