Napoli si prepara all’America’s Cup

Le istituzioni presentano ufficialmente le regate preliminari del 2012 che si terranno a Bagnoli

Inserita da il 20 ottobre 2011

La conferenza stampa di presentazione dell’America’s Cup World Series a Castel dell’Ovo è stata solo il primo passo dell’organizzazione di un evento sportivo che porterà Napoli sotto i riflettori di tutto il mondo.
Le istituzioni e gli imprenditori coinvolti nel progetto hanno presentato le due tappe napoletane dell’evento, illustrando date, protagonisti e barche che porteranno nel golfo di Napoli i migliori velisti del mondo.
Presenti all’incontro tutti i rappresentanti delle istituzioni locali: il sindaco di Napoli Luigi de Magistris, il Presidente della Regione Stefano Caldoro, il Presidente della Provincia Cesaro. Insieme a loro, una delegazione Usa con il presidente dell’America’s Cup Event authority, Richard Worth, e Paolo Graziano, presidente dell’Unione Industriali di Napoli e amministratore delegato di America’s Cup Napoli srl, la società di scopo che gestirà l’evento insieme ad un consorzio composto dalle autorità locali.

Le regate preliminari delle tappe partenopee si svolgeranno nell’aprile del 2012 e nel maggio del 2013, ma già “da oggi e fino a giugno 2013 – ha affermato Luigi de Magistris – ci saranno eventi di accompagnamento anche con Venezia, dove abbiamo già preso contatti con il sindaco”.
Il Villaggio Regate sarà a Bagnoli, nel quartiere dell’ex Italsider, oggi fulcro di progetti di rilancio della nuova amministrazione. La scelta è parsa gradita agli americani: “Siamo felici che le amministrazioni locali abbiano scelto l’America’s Cup World Series per rilanciare il quartiere di Bagnoli – ha dichiarato Richard Worth – Siamo sicuri che Napoli saprà garantire due frazioni dell’America’s Cup World Series di livello assoluto, capaci di richiamare verso le regate e la città stessa l’attenzione di migliaia di spettatori”. L’allestimento del campo di gara sarà affidato alla società pubblica Bagnolifutura: “Sono convinto che le regate dell’America’s Cup World Series del 2012 e del 2013 siano una grande opportunità per lo sviluppo dell’area – ha dichiarato il Presidente della società, Riccardo Marone – perché consentono di accelerare lo sblocco dei finanziamenti europei necessari a completare le opere pubbliche strutturali ormai quasi finite a Bagnoli e per avviare il cantiere del primo lotto del parco urbano”. Proprio in merito alla scelta di Bagnoli, non sono mancate contestazioni da parte dei comitati ambientalisti che pongono questioni rilevanti sul problema della colmata di cemento che andrebbe rimossa e invece verrà utilizzata per l’attracco, rendendo ancora più difficile lo smantellamento successivo. Per non parlare dei timori di infiltrazioni della criminalità organizzata nei lavori per Bagnoli.

Alle perplessità dei comitati, risponde il coro unanime di istituzioni ed imprenditori, che vedono nell’evento “una straordinaria occasione di rilancio dell’immagine del nostro territorio, un volano per sviluppo, turismo e occupazione”. E nell’operazione di rilancio pare sia compresa anche la partecipazione alla gara di una barca napoletana. Conferma l’indiscrezione Paolo Graziano: “Grazie all’aiuto di Richard Worth abbiamo la disponibilità della barca. Ora stiamo lavorando per mettere su l’equipaggio e trovare degli sponsor per avere un team in grado non solo di partecipare ma di arrivare in alto in classifica. Ne abbiamo parlato anche con Venezia che pure ospiterà due tappe della coppa”.