17 novembre, la Chiesa festeggia Santa Elisabetta

Madre di San Giovanni Battista e cugina di Maria

Inserita da il 17 novembre 2011

Dopo quello di Maria, Elisabetta è uno tra i personaggi del Vangelo più conosciuti. Moglie di Zaccaria, Elisabetta partorì il suo unico figlio, Giovanni Battista, in età avanzata. Secondo il Vangelo di Luca, fu l’arcangelo Gabriele ad annunciare a Zaccaria la nascita del loro bambino. Ma quest’ultimo non credette alla visione e così Gabriele per convincerlo lo fece diventare muto. Zaccaria riacquistò la parola solo dopo la nascita di Giovanni per pronunciare il nome di suo figlio.

Al sesto mese di gravidanza Maria andò a far visita a sua cugina e la avvertì che era incinta, episodio ricordato in un affresco di Giotto nella Cappella degli Scrovegni.

Secondo la tradizione, il villaggio in cui vivevano Zaccaria ed Elisabetta era l’attuale Ain Karem, ad alcuni chilometri da Gerusalemme. Qui sorgono una chiesa dedicata a san Giovanni Battista e una dedicata alla Visitazione.

Il nome deriva dall’ebraico o dall’aramaico Elisheba, composto da El, Dio, e scheba, sette, il numero della perfezione; il suo significato è pertanto “Dio è perfezione”. Secondo altri, invece, il significato deriverebbe da El e da shabat, ovvero “sabato”. Il sabato era ed è per gli ebrei il giorno del riposo e della preghiera, sicché il nome potrebbe significare anche “il mio Dio è riposo”.