BPMed Napoli, morale alle stelle in casa azzurra

Parla il direttore sportivo Ambrosino: "Questa squadra non molla mai, ora pensiamo a Ferentino”

La Napoli Basketball si gode il primato e la striscia positiva dopo aver espugnato anche il campo della Consum.it Siena. Gli azzurri guidati da Maurizio Bartocci sono l’unica squadra ancora imbattuta tra LegaA, Legadue e Divisione Nazionale A e domenica prossima, 13 novembre alle ore 18, affronteranno l’FMC Ferentino al PalaBarbuto.

“Questa squadra stupisce per come riesca ogni volta a tirare fuori nuove risorse ed energie nei momenti difficoltà. I ragazzi non vogliono mai perdere, lo dimostrano queste prime otto giornate di campionato”, sottolinea il direttore sportivo Antonio Ambrosino.

“La strada intrapresa è quella giusta. Dopo Trieste siamo andati a vincere anche a Siena, sconfiggendo in questo modo squadre molto valide per la categoria e dotate di due dei più importanti settori giovanili d’Italia, fattore fondamentale in un campionato con cinque under. La squadra sta dando il massimo, applicando al meglio in campo il lavoro che svolge durante la settimana. Domenica ci aspettiamo un PalaBarbuto sempre più caldo”.

Tra i protagonisti dell’incontro Gabriele Guastaferro. L’esterno partenopeo è stato decisivo nel quarto periodo, difendendo con caparbietà su Nicola Mei e realizzando canestri fondamentali nel parziale decisivo.

“Abbiamo giocato una buona partita contro una squadra giovane che voleva ben figurare contro la prima in classifica. Siena ha ottimi giocatori, due senior di valore, e ha cercato di imporre i suoi ritmi. Noi abbiamo avuto un momento di sbandamento ma siamo riusciti a riprenderci”.

“Bartocci mi ha detto di rimanere attaccato a Mei e di annullarlo. Quando sono entrato la prima volta ho fatto subito due falli, poi il coach mi ha dato alcune indicazioni su come contenerlo che sono state davvero utilissime e sono riuscito a marcarlo meglio. E ho trovato anche il ritmo in attacco, mi sentivo caldo e ho preso buoni tiri. Fortunatamente sono entrati!”.

“E’ importante – conclude Guastaferro – che noi under ci facciamo trovare pronti per permettere ai senior di rifiatare il più possibile e di dare tutti il nostro contributo. Adesso affronteremo Ferentino, la squadra dove ho giocato per due anni. Non vedo l’ora di affrontare i miei ex compagni di squadra”.

Ufficio Stampa Napoli Basketball

Inserita da il 8 novembre 2011