Monti incassa l’appoggio dell’Europa

Merkel e Sarkozy promuovono le misure del Premier. Nel primo pacchetto forse ICI, Iva, misure antievasione. Anche il commissario Olli Rehn si dice fiducioso, ma servono misure urgenti

Inserita da il 26 novembre 2011

Se crolla l’Italia muore l’euro”: queste le parole drammatiche che la cancelliera tedesca Angela Merkel e il presidente francese SarKozy hanno pronunciato giovedì al termine del vertice a Strasburgo con Mario Monti.
Non si tratta di un’indiscrezione, poichè la dichiarazione è stata inserita nel resoconto ufficiale presente nella relazione del Consiglio dei ministri sull’esito del trilaterale. Anche se il “direttorio” ha espresso fiducia sulle riforme presentate da Monti, dunque, resta alta l’allerta sulla crisi italiana.

Intanto il Premier incassa anche gli apprezzamenti del commissario Ue agli Affari economici Olli Rehn, in visita a Roma: “Le sfide che l’Italia deve fronteggiare oggi sono drammatiche e molto forti. Ma l’Italia ha le carte per superare la crisi. I fondamentali economici sono solidi e le priorità fissate da Monti sono quelle giuste, e le appoggio pienamente”. Per Olly Renh, dunque, l’Italia può farcela, ma “serve un’accelerata”.

Per questo il governo stringe i tempi per approvare le misure anticrisi: il presidente Monti ha ribadito la linea dell’esecutivo, che prevede il raggiungimento degli obiettivi imposti dell’Europa, che passa soprattutto per il pareggio di bilancio, da centrare nel 2013.
Il primo pacchetto di misure, i cui contenuti non sono ancora definiti, avrà un iter veloce e potrebbe essere approvato in tempo per il Consiglio europeo del 9 dicembre. Sembra certo il ritorno dell’ICI, anche se rimodulata per reddito, nucleo familiare e patrimonio, per un incasso previsto di per 3,5 miliardi di euro. Sarebbe quasi certa anche la revisione delle rendite catastali.
La lotta all’evasione fiscale passerà per il divieto di utilizzo di contanti per transazioni superiori a 350 o 500 euro.
Non è escluso l’aumento dell’Iva di un punto e potrebbero essere inserite nel pacchetto anche anticipazioni sulle misure in materia di pensioni.