Tutti in crisi

Per il Fondo Monetario Internazionale l'Italia sta perdendo credibilità. "Non è vero", ha detto Berlusconi mentre guardava il sedere della Merkel

Inserita da il 5 novembre 2011

Cari amici, dilettissime amiche,
è appena passata una delle feste preferite dagli italiani. Come ogni anno si è rinnovata nel nostro paese la magia di halloween. I bimbi che citofonano alle porte dei palazzi e chiedono “dolcetto o scherzetto”, mi hanno riportato alle immagini della mia infanzia
Basta nostalgie, ma le tradizioni del nostro paese vanno rispettate!
Solo la chiesa si è schierata contro questa bellissima ricorrenza. “Halloween – hanno detto i pezzi grossi – è  una festa consumistica! Sarebbe meglio che tutti pensassero a cosa regalare a natale”.
Eppure io mi chiedo: “Cosa regaliamo a Natale con la crisi che c’è in giro?”.
Ma il nostro governo lavora alacremente per produrre misure contro la crisi. Mara Carfagna ha precisato che: “Non sono importanti le misure, ma come si usano“.
Silvio Berlusconi è deciso: “Lavoreremo seriamente per combattere la crisi“. Per lasciare più spazio alle attività serie, ieri notte ad Arcore c’erano solo 15 ragazze.
Eppure qualcosa si è mosso: una boccata di ossigeno per le borse c’è stata quando la Banca Centrale Europea ha tagliato i tassi. La notizia ha destato lo sconcerto della Brambilla che ha detto basta con la vivisezione sugli animali!
Tuttavia succedono anche altre cose: Cassano è stato ricoverato per un problema neurologico. I compagni l’avevano trovato che leggeva un libro senza figure.
A Bolzano durante un permesso premio un detenuto è evaso per la quinta volta dal carcere. Premio ottenuto per essere già evaso quattro volte.
Finiamo con una notizia da oltreoceano: negli USA. La statua della libertà ha compiuto 125 anni. Ma ai fotografi ne ha dichiarati 120.