Accoltellato il figlio del tenore Mario del Monaco

A compiere il folle gesto presumibilmente è stata la moglie, una cantante lirica tedesca

Inserita da il 29 dicembre 2011

Restano gravi le condizioni di Claudio Del Monaco, il figlio del grande tenore Mario Del Monaco, accoltellato presumibilmente dalla moglie Daniela Hermann a Jesolo. E’ tecnicamente riuscita, come confermano in ambienti sanitari, l’operazione a cui è stato sottoposto all’ospedale di Treviso.

Da una prima ricostruzione dei fatti la signora Hermann, rimasta a sua volta ferita a un polmone, avrebbe colpito il marito, con un coltello da cucina con lama di circa 25 cm.

Gli investigatori stanno ora cercando di ricostruire i movimenti della coppia, giunta a Jesolo una settimana fa per trascorrere le feste natalizie. L’appartamento che occupavano è di proprietà di una cugina di Claudio del Monaco, al piano terra del residence jesolano.

L’arma con la quale l’uomo è stato ferito è stata ritrovata in strada nei pressi del residence: addosso alla donna, ha dichiarato il commissario che segue le indagini, è stato recuperato, nascosto in una manica del cappotto, un secondo coltello. Daniela Hermann, cantante lirica, è ancora piantonata al pronto soccorso dell’ospedale jesolano.

Claudio Del Monaco, 64 anni ha ereditato dalla famiglia, padre tenore e madre soprano, il suo amore per l’opera e il canto.  Insieme al padre ha girato l’Europa, l’America e l’Oriente assitendo a numerosi grandi spettacoli.

E’ stato il presidente del concorsi per i cantanti lirici a Nizza, membro della giuria al concorso di Pretoria, il primo nella giuria del famoso concorso Tchaikovsky a Mosca e fondatore del concorso MARIO DEL MONACO in Sicilia (Marsala). Col tempo ha incominciato ad occuparsi della regia degli spettacoli lirici. Il suo debutto è stato in Italia con le opere CARMEN ed AIDA che hanno registrato grandissimo successo, dopo di che ha avuto offerte dall’ Austria e l’America. Ha messo in scena AIDA per la TV RAI1 al Festival di Roncole Verdi (Parma) nell’ anno 1992.

Nell’ agosto ’97 è stato premiato in Italia con la targa d’argento alla carriera.