Fabrizio Corona, forse carabiniere in una fiction. Il Coisp dice no

Siamo certi che si tratta soltanto di una boutade natalizia, di un pesce d’aprile decisamente fuori stagione'', dichiara Franco Maccari, Segretario Generale del Sindacato Indipendente di Polizia

Fabrizio Corona“Siamo certi che si tratta soltanto di  una boutade natalizia, di un pesce d’aprile decisamente fuori stagione: in ogni caso annunciamo fin da ora il boicottaggio di quella rete televisiva che dovesse mandare in onda una fiction televisiva con protagonista il signor Fabrizio Corona, indegnamente nei panni di un  Carabiniere”.
Lo afferma Franco Maccari, Segretario Generale del COISP –  Sindacato Indipendente di Polizia. “So bene che intervenire su questa vicenda realizza l’obiettivo degli organizzatori di questa balorda iniziativa – spiega Maccari – e cioè che se ne parli. Eppure risulta impossibile contenere l’indignazione di tutti gli uomini e le donne delle Forze dell’Ordine, che sono offesi e nauseati dal continuo svilimento mediatico di un lavoro difficile, faticoso, pericoloso, mai  adeguatamente ripagato. Anzi, più che un lavoro: una missione, che richiede coraggio, attaccamento al dovere, spirito di sacrificio, dedizione, senso dello Stato e delle Istituzioni. Quanto sono lontani i tempi in cui Massimo Ranieri interpretava Salvo D’Acquisto, emozionando l’Italia intera e richiamando ognuno alla difesa dei valori fondanti del nostro Paese: la solidarietà, la giustizia, la democrazia. Oggi si pensa di sostituire l’eroismo di Salvo D’Acquisto con il fascino scapestrato di un Fabrizio Corona qualunque: un personaggio senza altro merito se non quello di sapersi muovere in maniera spregiudicata nei sottoscala del successo, e di essersi costruito un curriculum criminale di tutto rispetto, se si considerano le sue condanne per reati che vanno dall’estorsione alle frodi fiscali, dalla corruzione al possesso di armi rubate e banconote false. Insomma, mettere una divisa addosso a questo personaggio, fosse anche per una festa di carnevale, sarebbe un atto di gravissimo e intollerabile vilipendio. L’autore di questa assurda sparata dovrebbe chiedere scusa alle Forze dell’Ordine, anche per il solo fatto di averla concepita”.

 

Franco Maccari, Segretario Generale del COISP – il Sindacato Indipendente di Polizia

 

Inserita da il 4 gennaio 2012