Amerigo Vespucci: Firenze festeggia i 500 anni dalla sua morte

Una statua in ricordo del navigatore fiorentino

amerigovespucciCinquecento anni fa, esattamente il 22 febbraio 1512, a Siviglia, si spegneva il navigatore ed esploratore fiorentino Amerigo Vespucci. Il suo contributo nella cartografia fu tale da lasciare il suo nome al nuovo continente, per l’appunto America.
L’intuizione fondamentale di Vespucci fu che le nuove terre non costituissero porzioni di territorio del continente asiatico, ma facevano parte di una “quarta parte del globo”. Egli notò infatti, compiendo un viaggio al servizio del Portogallo nel 1501, che l’estensione delle zone scoperte si spingeva fino al 50º grado di latitudine sud. Da tale notevole grandezza comprese di essere in presenza di un continente fino ad allora sconosciuto, quello scoperto per la prima volta da Cristoforo Colombo.
A Firenze, intanto, è tutto pronto per le celebrazioni che si terranno in piazza Ognissanti, zona dove Vespucci nacque ed ebbe casa, e proprio per sottolineare l’importanza del quinto centenario si sta pensando ad un nuovo monumento dedicato al navigatore fiorentino da fare entro l’anno.

Inserita da il 21 febbraio 2012