Dal 2014 era glaciale, la Terra in pericolo?

Scienziati russi prevedono temperature sempre più basse fino al 2014 e picco massimo nel 2050

Inserita da il 26 febbraio 2012

neveDopo il gelo e le pioggie delle scorse settimane finalmente arriva un pò di sole a riscaldare questi ultimi giorni di fine inverno, in particolar modo in questo week end con temperature attorno ai 20 gradi. Ma notizie preoccupanti arrivano dalla Russia. Secondo alcuni scienziati di Mosca tra due anni avrà inizio un abbassamento brusco della temperatura. La nuova era glaciale durerà non meno di due secoli e letteralmente congelerà il mondo. A riportare la notizia è il quotidiano Affaritaliani.it.

“Secondo i dati disponibili, la temperatura andrà ad abbassarsi costantemente a partire dal 2014. Il picco sarà raggiunto nel decennio del 2050”, ha affermato il responsabile del settore della ricerca spaziale dell’osservatorio a Pulkovo dell’Accademia delle scienze russa ha affermato il dottor Khabibul Abdusamatov, responsabile del settore della ricerca spaziale dell’osservatorio a Pulkovo dell’Accademia delle scienze russa.

“L’abbassamento si concluderà con la riduzione delle zone seminate. Oltre ai problemi alimentari diventerà più difficile l’estrazione del petrolio e del gas nelle latitudini nord. L’abbassamento toccherà molti paesi, quasi tutti, ma in primo luogo quelli del nord” – avverte Khabibul Abdusamatov.

L’abbassamento previsto può diventare la quinta mini – era glaciale degli ultimi nove secoli. Tali fenomeni climatici sono stati registrati già nel Medioevo, nel 1400, nel 1600 ed a fine Ottocento.

“Come al solito, prima tutti dicono che è una sciocchezza, priva di fondamento scientifico e poco probabile, poi dicono, che c’è da pensarci su, e poi che l’avevamo detto. La teoria dell’abbassamento di temperatura è riconosciuta da tutto il mondo” – conclude Abdusamatov (come riporta il sito ‘la voce della Russia’).