La scuola che si racconta

Network e insegnanti per migliorare la qualità didattica

Inserita da il 15 febbraio 2012

In una situazione di instabilità e precarietà economica gli insegnanti hanno deciso di formarsi per migliorare la qualità dell’insegnamento facendo ricorso a creatività e ingegno, narrando in forma di “storie” le loro esperienze di didattica quotidiana, condividendo queste conoscenze all’interno del social network “La scuola che funziona” e senza alcun costo a carico della collettività.

Un’azione di resistenza creativa/costruttiva allo svilimento del ruolo dell’istruzione e dei docenti. “La  scuola che si racconta” riflette sulle proprie criticità e valorizza il grande patrimonio di professionalità che altrimenti continuerebbe a restare chiuso dentro le aule.

Il Network di insegnanti, formatori, educatori “La Scuola che Funziona” lancia, in collaborazione con l’Università di Verona,- CRED (Centro di Ricerca Educativa e Didattica) il suo nuovo grande progetto “Storie di Didattica” ovvero “La Scuola si racconta”, gratuito, accessibile e innovativo nell’approccio metodologico.

Dopo l’importante risultato de “Il Manifesto degli Insegnanti”, il network realizza ora l’iniziativa La Scuola che si Racconta, Storie di Didattica con il quale vuole sviluppare una significativa esperienza formativa coerente con l’esperienza del Network e costituire uno strumento di formazione – azione online.

Scopo del progetto è, infatti, la condivisione di esperienze di pratiche didattiche attraverso la narrazione di episodi di vita professionale e di classe. Questo scopo viene perseguito attraverso la creazione di un ambiente dove insegnanti di ogni scuola, ordine, grado e materia possono narrare e condividere le loro esperienze di insegnamento, riflettere sulle proprie pratiche,  interagire con i colleghi.

La partecipazione è aperta a tutti coloro (educatori, insegnanti, formatori…. ) che andranno a costruire una comunità di apprendimento in grado di andar oltre i confini e le restrizioni di tempo e di spazio di una interazione in presenza; in questo senso la sperimentazione della comunità virtuale costituisce una novità di rilievo.

Le narrazioni confluiranno, tramite web in una grande Antologia di Storie di didattica che vuole costituire un serbatoio di esperienze, di esempi di riflessione, di spunti per dialogare.

Come, cosa narrare? In modo immediato, denso, anche informale situazioni ed episodi della propria vita professionale, raccontare la relazione educativa, i metodi e strategie dell’agire didattico, storie di empatia ma anche di conflitto.

Per l’invio delle narrazioni compilare il modulo in www.storiedididattica.it

Per informazioni di carattere generale sul progetto:

http://www.storiedididattica.it/index.php/materiale -informativo-e-divulgativo