Lo sfogo di Marta Vincenzi su Twitter

L'amarezza della sconfitta fa perdere le staffe al Sindaco di Genova

Inserita da il 14 febbraio 2012

Un social network, una persona amareggiata, una sconfitta elettorale, un partito che non ti appoggia: è questo il cocktail giusto per una sfuriata, per riprendersi una piccola rivincita o per dire, finalmente, quello che si pensa.
E’ questo quello che è successo ieri su Twitter. A parlare il sindaco Marta Vincenzi che ha attaccato il Partito per non averle riconfermato la fiducia dopo 4 anni di governo della città.
“Bravi tutti nessuno ha digerito il Pd, ah gli intellettuali te li raccomando, la buona cultura, le firme dei giornalisti, la buona borghesia e poi il complotto anti – femminista. Se una donna ti fa pagare il parcheggio dell’auto in doppia fila è davvero una megera!”
Il sindaco addirittura si è paragonata a Ipazia la matematica e filosofa greca di Alessandria d’Egitto uccisa da una folla di cristiani nel V secolo: “Oggi le donne ci mettono secoli per far riconoscere la propria intelligenza, a Ipazia è andata peggio; almeno oggi le donne riescono a non farsi uccidere!”