Londra: l’asta di Christie’s registra ancora vendite record

Dopo il caso de "I giocatori di carte" di Cezanne, nuove aste-record a Londra: sono stati aggiudicati per cifre esorbitanti opere appartenenti allo scultore Henri Moore e al pittore Joan Mirò

Inserita da il 9 febbraio 2012

“Reclining Figure: Festival”, scultura dell’artista inglese Henri Moore (1951),  stimata 3,5-5,5 milioni di sterline, è stata aggiudicata per 19 milioni di sterline (22,9 milioni di euro) all’asta di Christie’s a Londra. Considerata un’opera-chiave per comprendere l’arte di Moore, “Reclining Figure: Festival” è stata al centro di un’accesa gara al rialzo alla fine vinta da un anonimo collezionista intervenuto via telefono.

Nella stessa asta londinese di Christie’s, dedicata all’ Impressionist and Modern art and the art of the Surreal (che ha totalizzato 135 milioni di sterline, 162,3 milioni di euro), è stato segnato un altro record mondiale: “Painting-Poem” (1925) dell’artista spagnolo Joan Mirò è stato aggiudicato per 16,8 milioni di sterline (20,2 milioni di euro).