Pallavolo, il ct della nazionale Mauro Berruto in visita a Napoli

Il selezionatore della maschile lunedì al Palavesuvio di Ponticelli. Boccia: “Un momento importante per la pallavolo della nostra regione”

Lunedì 27 febbraio alle 18.30 il commissario tecnico della nazionale di pallavolo maschile Mauro Berruto sarà al PalaVesuvio di Ponticelli per incontrare gli allenatori della Campania nell’ambito dei progetti di qualificazione tecnica organizzati dal comitato regionale della Fipav presieduto dall’avvocato Ernesto Boccia.

E’ lo stesso numero uno della Campania ad anticipare i temi: “Sicuramente l’incontro verterà sulle difficoltà generali che abbiamo nella pallavolo maschile – ha dichiarato Boccia -. Lunedì scorso abbiamo avuto il Regional Day femminile ed il professor Marco Mencarelli ha visionato le ragazze del ‘96. Attendiamo la visita di Berruto per portare avanti il progetto di rivitalizzazione del settore pallavolistico maschile. Si deve tornare in trincea, progettare nuove formule per i campionati e per le organizzazioni di nuovi metodi di allenamento per i giovani e far tornare tutti in palestra”.

Ernesto Boccia ha illustrato la finalità dell’incontro con il commissario tecnico: “Sarà soprattutto Berruto ad aggiornarci sulle iniziative della Fipav. Noi ci mettiamo l’anima e tutto il nostro senso di responsabilità per migliorare. La federazione deve affrontare il problema della riformulazione dei campionati. Rivedere sia i maggiori, dalla A1 alla B2, sia quelli regionali e provinciali. Si deve lavorare bene per creare una prospettiva. Ad esempio in serie B1 maschile tre società si sono ritirate ed hanno svilito questo torneo. Bisogna rivedere tutto il meccanismo a fronte della crisi economica e del reclutamento. Dobbiamo fermarci e ragionare su queste tematiche che, in passato, hanno portato la federazione di pallavolo ad essere una delle prime in Italia come atleti tesserati. In questo momento stiamo perdendo questo primato e dobbiamo fermarci e ridisegnare i campionati”.

Oltre a questo le principali preoccupazioni continuano ad incentrarsi sul tema giovanile. Ormai sono in pochi ad interessarsi alla pallavolo e la carenza strutturale influisce negativamente su questo progetto. Le carenze ci sono e sono anche gravi e la questione dei campionati da riformulare sembra una necessità. Con il ritiro di tre squadre in B1 ci sono ben tre turni di riposo. Ciò scombussola i calendari e le preparazioni atletiche dei pallavolisti. Unione d’intenti, dunque, con il tecnico dell’Italia con l’obiettivo di trovare soluzioni per incentivare i giovanissimi ad avvicinarsi alla pallavolo.

“E’ importante sviluppare e affinare strategie per avvicinare i ragazzi alla disciplina – ha concluso il presidente della Fipav campana -. Insieme con Berruto ci confronteremo sui temi più caldi della nostra regione. Soprattutto in Campania affrontiamo quotidianamente problematiche notevoli che spaziano dalla penuria di palestre o palasport ad alcuni contesti difficili in cui risulta maggiormente complesso attuare politiche di aggregazione sociale. Da parte nostra, stiamo profondendo tutte le energie disponibili per risolvere ogni problematica”.

Inserita da il 27 febbraio 2012