Siria: più di 300 hanno perso la vita negli scontri contro il regime di Bashar Al-Assad

Il veto di Russia e Cina impedisce intervento ONU in merito alla questione siriana

Inserita da il 5 febbraio 2012

Probabilmente il maggior bagno di sangue in un anno di lotta contro il regime siriano: il numero dei morti a Homs è di 337, mentre a circa 1300 è arrivato il numero dei feriti. L’Osservatorio siriano per i diritti umani parla di altre 35 persone uccise nel resto della Siria, compresi 16 civili.
Nella stessa giornata di ieri, 4 febbraio, il Consiglio di sicurezza dell’ONU ha messo in votazione la bozza di risoluzione relativa alla questione siriana, non approvata a causa del veto imposto dalla Russia e della Cina contro l’unanimità dei restanti 13 paesi partecipanti al Consiglio.
L’attivista yemenita Tawakkul Karman, premio Nobel per la pace nel 2011, si pronuncia in questo modo al riguardo: “La coscienza umana non può rimanere inerte vedendo spargere per le strade il sangue di gente pacifica e paziente, noi aspettiamo la vittoria del popolo siriano”.