Catania muore d’infarto dopo l’arresto del figlio ventenne

La madre del ventenne  arrestato per furto, viene colta da malore improvviso e muore nella caserma dei Carabinieri

Inserita da il 27 marzo 2012

Dopo aver appreso la notizia dell’arresto del figlio ventenne  per furto di mezzi agricoli, muore d’infarto nella caserma dei Carabinieri dove si era recata col marito dopo essere stata avvisata dai militari. Lo sfondo della storia è quello siciliano precisamente a Calatabiano vicino Catania, la donna in questione si chiamava Concetta B. 56 anni ed era la madre di Sebastiano N. 20 anni incensurato ed arrestato mentre rubava insieme ad altri due pregiudicati di Calatabiano vari mezzi agricoli tra cui un motofurgone Ape e motozappe. La refurtiva era stata sequestrata mentre i tre erano stati portati nella Stazione dei Carabinieri a Calatabiano. Avvisati i familiari dell’accaduto, la donna ha subito avvertito un malore, accasciandosi a terra, inutili i soccorsi dei Carabinieri e del 118  che hanno cercato in tutti i modi di rianimarla. Il medico non ha potuto fare altro che constatare il decesso della donna per arresto cardiocircolatorio. La salma è stata restituita ai familiari dato che la Procura non ha ritenuto necessaria alcuna indagine.