Figlia di Whitney Houston nominata erede universale

Il testamento è stato scritto nel 1993 e poi corretto nel 2000

La famosa cantante Whitney Houston, trovata morta lo scorso 11 febbraio in circostanze ancora da chiarire, ha lasciato tutti i suoi beni alla figlia Bobbi Kristina Brown di 19 anni, nata dal tormentato matrimonio con Bobbi Brown. A quanto pare l’ex marito non percepirà nulla, è quanto detto da Kenny Meisalas avvocato della cantante all’Associated Press.

La volontà della Houston era chiara, la figlia percepirà una parte dei suoi beni all’età di 21 anni (età in cui si diventa maggiorenne negli Stati Uniti) con un pagamento successivo a 25 anni e il resto a 30 anni a parte quelli destinati agli studi o per comprare una casa.

Il patrimonio si aggirerebbe intorno ai 20 milioni di dollari; i soldi saranno depositati in un fondo di investimento e se ne occuperà la cognata e menager della cantante Patricia fino a quando la figlia  non la riceverà. La madre della cantante Cissy è stata nominata esecutore testamentario, mentre se la figlia fosse morta prima di lei la sua volontà era quella di spartire l’eredità tra l’ex marito e i suoi parenti.

Inserita da il 9 marzo 2012