Liberato Claudio Colangelo, uno dei due ostaggi italiani rapiti in India

Paolo Bosusco ancora nelle mani dei guerriglieri

“Sono stati giorni difficili, ma che per fortuna ora è tutto finito”. Queste le prime dichiarazioni di Claudio Colangelo dopo il rilascio all’emittente indiana all news Ndtv. Colangelo è uno dei due ostaggi italiani, l’altro è Paolo Bosusco, rapiti in India qualche giorno fa dai maoisti in India. “Spero davvero che adesso anche Paolo (Bosusco) venga liberato perchè lui neppure c’entra nulla in tutta questa storia”, continua Colangelo, il più anziano dei due (ha 61 anni) ed è quello che avrebbe contratto la malaria.

Ha raccontato di essere stato trattato bene dai rapitori. “Hanno cercato anche di venire incontro alle nostre esigenze alimentari”, ha spiegato, assicurando che anche Paolo Bosusco è “in buone condizioni” di salute. Colangelo ha aggiunto che dalla prigionia non avevano molte notizie. “Sentivamo qualcosa dalla radio indiana, ma non sapevamo bene cosa stava succedendo”. Il nemico peggiore, ha spiegato, è stato “il caldo”.

“Il governo dovrà ricominciare con i negoziati e si dovrà scegliere un interlocutore diretto con i maoisti. Il governo sa che i maoisti vogliono che alcune condizioni vengono soddisfatte, è per questo che rapiscono spesso turisti stranieri. Bisogna aprire nuovi canali di negoziati è un’opportunità che il governo non deve disperdere perchè quello che vogliono costoro è trovare una soluzione: sono persone che cercano di evitare la violenza”, ha dichiarato il reporter dell’Ndtv, Kishalay Bhattacharie, che si trova nell’area del sequestro.

 

Inserita da il 25 marzo 2012