Lucio Dalla, salma rientrata a Bologna

Da domani allestita la camera ardente

Inserita da il 2 marzo 2012

Lucio DallaTra gli applausi della folla riunitasi sotto la sua casa di Bologna, in via D’Azeglio 15, è stata salutata la salma di Lucio Dalla. La piccola folla ha scandito il nome del cantante, mentre la bara con sopra una rosa rossa è stata portata a spalla al primo piano dell’edificio.

Il feretro è partito intorno alle 11,30 da Losanna in Svizzera dove il cantante si trovava per una serie di concerti. Nella cappella della camera mortuaria, nel centro storico di Losanna, si erano alternati, per tutta la notte, il manager Bruno Sconocchia, il corista Marco Alemanno, che si è accorto ieri mattina del malore di Dalla e ha dato l’allarme, il produttore Enzo Milani e l’avvocato Eugenio D’Andrea, anch’egli giunto dall’Italia stanotte. La veglia funebre si è svolta a porte chiuse. Nel corso della mattina, davanti alla Cappella alcune decine di fan di Dalla si erano presentati per rendere omaggio al musicista e per lasciare qualche fiore, molte le rose rosse, e biglietti, quasi tutti di immigrati italiani in Svizzera.

La camera ardente si aprirà domani mattina alle 9,30 nel Cortile D’Onore di Palazzo d’Accursio, sede del Comune di Bologna e resterà aperta fino a tarda notte per permettere ai fan, agli amici e ai cittadini di rendere omaggio al cantautore bolognese. I funerali si terranno domenica 4 marzo, proprio nel giorno del suo compleanno quando avrebbe compiuto 69 anni, nella Basilica di San Petronio in Piazza Maggiore. La funzione religiosa inizierà alla 14,30.

E sarà lutto cittadino domenica a Bologna. In segno di lutto ci saranno “i rintocchi della campana dell’Arengo in concomitanza con la partenza del feretro dal Palazzo Comunale”, fa sapere il sindaco. Per l’intera giornata, inoltre, la bandiera comunale verrà esposta listata a lutto.