Mohamed Merah, il killer di Tolosa freddato in piena testa

Avrebbe detto agli agenti: "Se tocca a me  morire andrò in  paradiso, se tocca a voi pazienza

Inserita da il 23 marzo 2012

Mohamed Merah il responsabile della strage di Tolosa è morto con un colpo in piena testa dopo una violenta sparatoria con gli agenti di polizia. Il giovane killer è passato a miglior vita con la convinzione di andare in paradiso: “Se tocca a me morire andrò in paradiso se tocca a voi pazienza”, queste le parole dette agli agenti. Mohamed Merah, lo stragista di Tolosa, se ne stava rintanato in casa con armi sparse dappertutto persino in balcone, sapendo che era circondato da un’unità di trecento poliziotti d’elitè, due dei quali dietro la sua porta che interagivano con lui per la trattativa.

Il giovane ha raccontato loro dei viaggi in Pakistan e Afghanistan, ammettendo di essere l’autore della strage e dichiarando di volersi arrendere. Ma qualcosa ha fatto cambiare idea al killer: “Morirò con le armi in pugno” dice; si stringe così in un silenzio desolante, non dà segni di vita, non risponde agli agenti che per indurlo a reagire provocano una serie di esplosioni. Ma niente,  solo alle cinque del mattino si  sentono degli spari provenienti dal suo appartamento, poi scende di nuovo il silenzio. E’ un bluff il killer di Tolosa vuole trascinare i poliziotti in una morsa mortale quando assalteranno l’appartamento, passano altre ore e gli agenti fanno saltare delle granate.

Alle 11 irrompono nell’appartamento sfondando la porta d’ingresso, con le dovute precauzioni perlustrano la casa dove non c’è traccia di vita, arrivano davanti alla porta del bagno dove è nascosto Mohamed Merah che accortosi della microcamera salta fuori e spara all’impazzata sugli agenti che rispondono al fuoco. Cinque minuti di vera follia (300 bossoli) ma l’avventura del giovane killer non finisce qui, si perchè in un attimo balza fuori dal balcone e cerca di scappare. Viene freddato da un cecchino in piena testa, i poliziotti in una sua borsa trovano la telecamera che ha filmato le stragi, intanto nuovi interrogativi vengono alla luce.