Ritrovati resti di nuova specie umana in Cina

La scoperta è stata pubblicata sulla rivista Plos One da un gruppo di ricercatori guidati dall’università australiana del Nuovo Galles del Sud

In due grotte ubicate nella regione sud – ovest della Cina sono stati ritrovati i resti fossili di due uomini che potrebbero appartenere ad una specie umana mai studiata. Gli ominidi, probabilmente vissuti tra 14.500 e 11.500 anni fa, avrebbero delle caratteristiche non ancora note, rappresentanti una fusione di tratti primitivi e moderni. La scoperta è stata pubblicata sulla rivista Plos One da un gruppo di ricercatori guidati dall’università australiana del Nuovo Galles del Sud, a Sydney.
“I fossili potrebbero appartenere a una specie finora sconosciuta, sopravvissuta fino alla fine dell’era glaciale. Potrebbero rappresentare un’antichissima e finora sconosciuta ondata migratoria di uomini moderni provenienti dall’Africa, una popolazione che non avrebbe però contribuito dal punto di vista genetico alle popolazioni moderne” ha spiegato il coordinatore dello studio, Darren Curnoe. “In alternativa, si apre un nuovo capitolo nella storia dell’evoluzione umana, quello asiatico, e abbiamo appena iniziato a scriverlo” .

Inserita da il 18 marzo 2012