Calcioscommesse, ancora arresti a Bari. In manette il difensore dell’Atlanta Andrea Masiello

Alterato il risultato di 5 partite. Almeno una ventina gli indagati

Inserita da il 2 aprile 2012

Continua l’inchiesta sul calcioscommesse he ha portato all’arresto dell’ex calciatore dell’Associazione Sportiva Bari, attuale difensore dell’Atalanta in serie A, Andrea Masiello. Sotto la lente degli investigatori sono finite, in particolare, cinque partite di serie A disputate tre nello scorso campionato e due in quello precedente.

Tra queste anche Bari-Lecce del 15 maggio 2011 (finita 0-2), che permise ai giallorossi di centrare la salvezza proprio in casa dei biancorossi che erano già retrocessi in B. Le altre partite sono: Bologna-Bari del 22 maggio 2011, finita 0-4, Udinese-Bari del 9 maggio 2010, finita 3-3, Bari-Genoa del 2 maggio 2010, finita 3-0, Cesena-Bari del 17 aprile 2011, finita 1-0. Sono precisamente tre partite dello scorso campionato e due di quello precedente.

Per il momento tre sono le persone arrestate. Oltre a Masiello, le misure restrittive riguarderebbero due suoi amici scommettitori. Ma non si esclude che possano esserci altri provvedimenti. Nell’inchiesta ci sono infatti diversi indagati tra i quali altri calciatori, personaggi e scommettitori e tutti gravitavano intorno al mondo del calcio.

”Tolleranza zero e processi sportivi in tempi rapidi per fare pulizia e individuare tutte le responsabilità” è  quello che chiede il presidente della Figc, Giancarlo Abete, in una nota.