Rio, vendevano in strada focacce con carne umana

Arrestati tre membri di una setta brasiliana. Uccidevano donne e poi le mangiavano

Inserita da il 13 aprile 2012

Un macabro rituale ha portato all’arresto di tre membri di una setta brasiliana accusati di avere mangiato i resti di varie donne, da loro uccise perché considerate “impure”. I delitti sono avvenuti nello Stato di Pernambuco, uno dei più poveri del Brasile. Tra gli arrestati c’è anche una donna di 51 anni, che ha confessato alla polizia di aver venduto per strada focacce a base di carne delle vittime.

A finire nella rete dei tre aguzzini sono state due giovani ragazze adescate con la promessa di 400 dollari al mese per un lavoro di baby-sitter. I resti delle due vittime sono stati trovati nel retro di una casa nella città di Garanhuns, dove agiva la setta chiamata ‘Cartel’.

Il cannibalismo, praticato nei confronti di donne, presumibilmente appartenenti a sette rivali, aveva  l’obiettivo di “purificare” i loro uteri.