Cinema, trionfo dei fratelli Taviani al David di Donatello

Il film "Cesare deve morire" conquista cinque statuette

Inserita da il 4 maggio 2012

I due fratelli ultraottantenni Paolo e Vittorio Taviani trionfano ancora. Dopo l’Orso d’oro a Berlino è la volta del David di Donatello dove il film “Cesare deve morire” conquista ben cinque statuette, tra cui le più prestigiose: miglior film, migliore regia e migliore produzione.

Tra gli attori la vittori è andata a Michel Piccoli nel ruolo del pontefice immaginato da Nanni Moretti in “Habemus Papam” e l’attrice di origine cinese Zhao Tao per il film “Io sono Li”.

Tre statuette infine al film “Romanzo di una strage” di Marco Tullio Giordana, tra cui i due migliori attori non protagonisti: Pierfrancesco Favino, nel ruolo dell’anarchico Pinelli, e Michela Cescon, nei panni di sua moglie.

Grande delusione per Emanuele Crialese che correva in diverse categorie con “Terraferma” e “Magnifica presenza” di Ferzan Ozpetek, che non hanno ricevuto nessun premio.