Doodle di Google celebra Howard Carter. L’archeologo scoprì la tomba del Faraone Tutankhamon

Oggi il colosso di Mountain View celebra i 138 anni dalla sua nascita

Inserita da il 9 maggio 2012

Google ha voluto dedicare il doodle di oggi 9 maggio a Howard Carter, lo scopritore  della tomba di Tutankhamon, la più grande scoperta in campo archeologico del XX secolo. Il colosso di Mountain View oggi celebra, con il suo doodle dallo stile egizio, il 138° anniversario dalla nascita di Carter, nato il 9 maggio 1874 e morto il 2 marzo 1939.

Il sogno dell’archeologo era l’ambizioso progetto di scavare nella Valle dei Re, in Egitto, alla ricerca delle tombe dei due faraoni della XVIII Dinastia non ancora scoperte: Amenothep IV/Akhenaton, il faraone eretico, ed il suo successore Tutankhamon. Iniziò a scavare nell’autunno del 1917. Gli insuccessi e le gravose spese sostenute in cinque lunghi anni fecero scemare l’entusiasmo di Lord Carnarvon, che giunse all’idea, nell’estate del 1922, di concludere l’operazione. Ma Carter ancora credeva alla sua scommessa  e riuscì a convincere il proprio finanziatore a concedergli ancora una stagione. Gli scavi furono ripresi e nel novembre del 1922 scoprì la tomba del Faraone. Il 16 febbraio 1924 venne aperto il sarcofago all’interno del quale vi era la mummia intatta di Tutankhamon bambino contenuta in un sarcofago d’oro massiccio.

Un ritrovamento così importante non poteva non far nascere attorno a sé nessuna leggenda.
Ecco quindi il sorgere del mito della Maledizione del faraone Tutankhamon, che vede la sua origine nella morte improvvisa del quinto conte di Carnarvon.
In seguito a questa immensa e storica scoperta archeologica, Howard Carter si ritira dall’attività di scavo, per diventare un semplice – o meglio straordinario – collezionista.