Festa della Repubblica, Quirinale: il 2 Giugno la parata si farà

Il web è in rivolta. Anche i politici chiedono di annullare la cerimonia militare

L’annuncio è ufficiale. Il Quirinale ha confermato che anche quest’anno la parata del 2 Giugno e la cerimonia per la Festa della Repubblica ci saranno, anche se, considerata la tragedia del terremoto in Emilia, i festeggiamenti si svolgeranno in maniera più sobria. Una decisione in pieno “accordo” con il governo Monti e i presidenti delle Camere, considerando un dovere della Repubblica non venir meno alla celebrazione della propria ricorrenza fondativa.

La decisione ha subito suscitato non poche polemiche. C’è chi sul web ha dato vita ad una vera e propria crociata per chiedere di annullare la parata e destinare i finanziamenti ai terremotati. Su Twitter c’è chi ha ricordato il gesto di Arnaldo Forlani che, nel 1976, dopo il terremoto del Friuli, annullò la parata per la festa della Repubblica.

“Moltissimi cittadini italiani stanno chiedendo una cosa elementare: che non si faccia la parata del 2 giugno e si devolvano le somme risparmiate per i terremotati” ha scritto sul suo blog Gianfranco Mascia del Popolo Viola.

A sostenere il popolo della rete è anche Gianni Alemanno: “Qui dalla provincia di Modena sono ancora più convinto che siamo in tempo per annullare la sfilata: sostituiamo la sfilata del 2 giugno con i più essenziali onori all’Altare della Patria” ha dichiarato il sindaco di Roma impegnato a dare una mano alla Protezione civile nei territori terremotati, tramite un messaggio su twitter.

Inserita da il 31 maggio 2012