Germania: energia verde e gas come alternative al carbone

L'impianto energetico della Germania sta subendo cambiamenti radicali, con una crescita massiccia del solare e dell'eolico

Inserita da il 23 maggio 2012

germania energia verdePer onorare i suoi rigorosi impegni ambientalistici, il premier tedesco Angela Merkel si è impegnato a costruire centrali a gas per garantire forniture di energia pulita oltre il 2020.
Nonostante questo la Merkel dovrà sforzarsi di trovare un modo per rendere il gas un’opzione attraente, quando il carbone resta comunque di fatto il modo più redditizio per produrre l’elettricità del gigante europeo.
“Ai prezzi attuali, è possibile creare un futuro ibrido, costituito da energie rinnovabili e carbone come mezzi della produzione di energia” ha detto Klaus Schaefer, amministratore delegato della società tedesca del gas E.ON Ruhrgas.
L’impianto energetico della Germania sta subendo cambiamenti radicali, con una crescita massiccia del solare e dell’eolico. E’ al vaglio una legge sulla graduale eliminazione del nucleare, tesa all’eliminazione di 12,696 megawatt di potenza atomica entro la fine del decennio.
Per compensare quella perdita, pari a circa il 15-20% del fabbisogno di elettricità del paese, la Germania dovrà importare più energia o costruire nuove centrali elettriche che utilizzino gas o il carbone (le considerazioni ambientali orienterebbero la scelta verso il gas, che inquina molto meno rispetto al carbone).
Ma un impianto a carbone sarebbe quasi cinque volte più redditizio di una nuova centrale elettrica a gas.
Generose sovvenzioni per l’energia rinnovabile hanno causato in Germania un’ulteriore diffusione del solare e dell’eolico, fatto questo che rappresenta un altro fattore concorrenziale per il settore del gas.