Gigi Proietti: teatro italiano in buona salute

Nonostante la crisi tocchi ovviamente anche i palchi d'Italia, Proietti osserva che "c'è la voglia di teatralità, che si tratti di intrattenimento, cabaret, o drammatico: c'è voglia di spettacolo da parte del pubblico"

gigi proiettiIl teatro italiano gli sembra “in buona salute, c’è la voglia di teatralità da parte del pubblico, soprattutto giovane”, ma purtroppo manca “una legge, un punto di riferimento che stabilisca i termini dei rapporti tra istituzioni e teatro”: Gigi Proietti dice la sua sulla situazione del teatro italiano ai microfoni dell’ADNKRONOS. “E’ da tempo che non mi occupo della situazione in termini tecnici ma, prendendo ad esempio il mio Globe sono felicissimo di come va, e dell’entusiasmo che i giovani manifestano nel venire a vedere le rappresentazioni”. Nonostante la crisi tocchi ovviamente anche i palchi d’Italia, Proietti osserva che “c’è la voglia di teatralità, che si tratti di intrattenimento, cabaret, o drammatico: c’è voglia di spettacolo da parte del pubblico”.
Il panorama di oggi “è indubbiamente un po’ cambiato”, osserva l’attore.
Oltre a riprendere lo spettacolo con cui lo scorso dicembre ha concluso la sua tournee a Napoli, Proietti pensa anche a qualcosa di nuovo. “Ho qualche idea per fare qualcosa di inedito magari chissà, un secondo tempo dei miei show…”.

Inserita da il 2 maggio 2012