Il 17 maggio si celebra San Pasquale Baylon

Nella tradizione popolare il santo è considerato il protettore delle donne

Domani 17 maggio si festeggia San Pasquale Baylon. Religioso spagnolo dell’Ordine dei Frati Minori Alcantarini, nel 1897 papa Leone III lo proclamò patrono delle opere eucaristiche e dei congressi eucaristici. Nel 1690 fu proclamato santo da papa Alessandro VIII.

Il suo culto, oltre che nel luogo di origine, la Spagna, si diffuse particolarmente a Napoli nei lunghi anni della dominazione spagnola. Nella tradizione popolare napoletana il nome di Pasquale Baylon è spesso accostato all’universo femminile quale santo protettore; da qui l’invocazione: «San Pasquale Baylonne protettore delle donne, fammi trovare marito, bianco, rosso e colorito, come te, tale e quale, o glorioso san Pasquale!».

San Pasquale è considerato, inoltre, protettore di cuochi e pasticceri perché, secondo la leggenda, sarebbe l’inventore dello zabaione.Viene raffigurato spesso nell’atto di adorare l’ostensorio e con accanto un gregge.

Il Santo è venerato in diverse città italiane. A Nocera Superiore (Sa) ogni anno, in occasione della festa del 17 maggio, si svolge il Concorso Internazionale dei Madonnari ed una processione durante la quale è esposta alla venerazione dei fedeli una antica statua del XVII secolo. Ad Acquaviva Collecroce, in provincia di Campobasso, si conserva un’artistica statua in cartapesta di San Pasquale Baylon venerata dal popolo il 17 maggio. Festeggiamenti in programma anche a Lucera (Fg) dove per l’occasione si terrà la Sagra delle fave arricciate, a Monteforte Irpino (Av) e a Portici (Na) dove nella splendida chiesa dedicata al santo nella zona del Granatello il 17 maggio, come da tradizione, sarà distribuito il pane benedetto.

Inserita da il 16 maggio 2012