Il pop-artist Roy Lichtenstein in mostra nei musei di mezzo mondo

Più di 160 opere in esposizione, dalla sua iconica Pop Art ai paesaggi, ai dipinti a inchiostro, ai nudi, senza dimenticare l'unico film girato dall'artista, Tre paesaggi

roy lichtenstein fotoLa più grande mostra su Roy Lichtenstein mai organizzata si sposterà tra i musei degli Stati Uniti e dell’Europa fino all’anno prossimo. Prima tappa: l’Art Institute di Chicago.
“Il nostro obiettivo è quello di esplorare  attraverso questa mostra l’intera gamma del lavoro di Lichtenstein, al fine di assorbirne le contraddizioni, a partire da quella che sistematicamente smantella Lichtenstein dalla storia dell’arte moderna”, dichiara il co-curatore James Rondeau. Più di 160 opere in esposizione, dalla sua iconica Pop Art ai paesaggi, ai dipinti a inchiostro, ai nudi, senza dimenticare l’unico film girato dall’artista, Tre paesaggi. “Quello che è davvero manifesto in questa mostra è il senso dell’umorismo di Roy”, afferma Jay Dandy, ex presidente della Società per l’Arte Contemporanea al Chicago Reader.
L’umorismo è una porzione importante dell’arte contemporanea: tanto è già stato fatto, e a volte non ci resta che ridere dell’assurdità del consumismo insinuatosi in ogni aspetto della nostra vita.
Lichtenstein sapeva tutto questo, ecco perché il suo lavoro è ancora così influente: perché è fresco, nonostante alcuni dipinti come “Look Mickey” risalgano al 1961.roy lichtenstein“Roy Lichtenstein: A Retrospective” sarà in mostra presso l’Art Institute of Chicago fino al 3 settembre 2012. La National Gallery of Art di Washington ospiterà la mostra dal 14 ottobre al 13 gennaio 2013, mentre dal 21 febbraio al 27 maggio sarà il turno del Tate Modern di Londra. Il Centre Pompidou di Parigi sarà l’ultimo museo ad accogliere la retrospettiva, dal 3 luglio al 4 novembre del 2013.

 

Inserita da il 23 maggio 2012