In uscita nelle sale Dark Shadows, l’ultimo film firmato Tim Burton

La trama si sviluppa a partire da una giovane istitutrice orfana (Victoria Winters), che accetta di trasferirsi nel Maine per lavorare presso la famiglia Collins

Inserita da il 16 maggio 2012

dark shadowsPrima di approdare nelle sale cinematografiche, “Dark Shadows” era una serie tv, terminata nel 1971 dopo essere andata in onda per 1225 puntate su ABC. I film (senza contare il remake televisivo del 1991) sono stati due.
La trama si sviluppa a partire da una giovane istitutrice orfana (Victoria Winters), che accetta di trasferirsi nel Maine per lavorare presso la famiglia Collins, isolati in una fatiscente e sontuosa dimora. L’autore della serie Dan Curtis, nel momento pur giusto in cui gli ascolti stavano precipitando ebbe l’idea di far spuntare fuori un parente dei Collins, redivivo e per di più vampiro, che invece di sparire dopo qualche puntata, ha soppiantato la Winters nel ruolo di personaggio principale.
Tre anni fa Johnny Depp ha acquistato i diritti della serie e l’ha consegnata a Tim Burton. Nelle sue mani la storia si è trasformata in una fantacommedia gotica, a metà tra la “Famiglia Addams” (e chi non ci aveva pensato) e il “Dracula” di Coppola, pervasa di gag e trovate geniali, come quella in cui l’ex ricco playboy Barnabas (Johnny Depp) si risveglia e si ritrova vampiro nel mondo del XX secolo, circondato da macchine e altre cose incomprensibili. La prima cosa che gli appare è una M gigante, simbolo della catena di hamburger più famosa del mondo, a cui lui reagisce urlando spaventato, scambiandolo invece per il marchio del diavolo Mefistofele.