La censura nel mondo colpisce libri insospettabili

Molti sono i libri ancora oggi censurati nel mondo, soprattutto in quei paesi in cui la democrazia non esiste o fa come se non esistesse

Inserita da il 5 maggio 2012

lolitaIl libro Versetti satanici di Salman Rushdie è ancora tenuto fuori dell’India (così come il suo autore) in quanto ritenuto  religiosamente provocatorio. La celebre Lolita di Vladimir Nabokov è stato censurato in Francia dal 1956 al ’58, in quanto la trama comprendeva una scena di sesso con una 12enne. E si può capire perché la poesia di Walt Whitman abbia a lungo e per molti paesi subito la stessa sorte, considerata un po’ troppo sbarazzina.
Molti sono i libri ancora oggi censurati nel mondo, soprattutto in quei paesi dove la democrazia non esiste o fa come se non esistesse.
A questo interminabile elenco appartengono anche libri di cui non ci aspetteremmo mai la censura, come i classici amati dai bambini, o i bestseller di oggi.
Tra il 1965 e il 1991, nella Repubblica Popolare (“Popolare) Cinese era vietato leggere, ad esempio, i libri del dottor Seuss (famoso autore di collane per bambini) a causa della sua rappresentazione del primo marxismo. Il bando è stato revocato solo alla morte dello scrittore.