La fiducia in sé stessi: alcuni consigli del life-coach

La fiducia in sé stessi può essere facilmente conseguita se si lega senza esitare la teoria alla pratica

Inserita da il 10 maggio 2012

sicurezzaSentirsi bene con sé stessi, soprattutto se si vuole realizzare qualcosa (nuovo lavoro, un nuovo incarico, un riesame dei risultati, networking, o una riunione con i colleghi) è molto importante, per cui eccovi alcune azioni che si traducono in profitti reali nella  vita quotidiana:
Muoversi, prendere le scale anziché l’ascensore, camminare, andare in bicicletta, sollevare pesi, o fare yoga, insomma: sudare aiuta a sentirsi meglio. Il concetto di fondo è che quando ci sentiamo meglio, siamo più sicuri. L’esercizio fisico ripulisce il cervello e i polmoni, facendo spazio a pensieri nuovi, migliori, e forse più audaci. Ci dà più energia. E (diciamocelo) l’energia è attraente. Le persone energiche magnetizzano gli altri.
Anche l’abbigliamento può aiutare in tal senso. Niente abiti firmati o chi sa cosa, basta tenere presente che tutto ciò che si indossa rappresenta una decisione, un riflesso del nostro buon gusto e buon senso. Quando si sta valutando come vestirsi per una situazione di lavoro, occorre porsi queste domande: chi sono io?; qual è il ruolo che devo ricoprire (da farsi ovviamente prettamente in caso di colloquio lavorativo imminente)?; come voglio essere visto?; dove mi trovo?, chi sono le persone che voglio impressionare favorevolmente?
Non parliamo poi del self-control. In questo periodo scricchiolante, ci si sente bastonati dalle informazioni, ridimensionati, e tanto afflitti dagli impegni da soffocare la nostra spiritualità. La nostra vera identità proviene dall’interno. Senza un modo per “rientrare” e mettere a fuoco le cose, si aggiunge caos al nostro ambiente, piuttosto che armonia.
Nulla di ciò che si è detto suona poi tanto nuovo ma, come tutto ciò che si sa fin troppo bene, tende ad essere sottovalutato, e dunque non considerato.