Napoli: in via di ultimazione lavori alla metro di Monte Sant’Angelo

Il 2004 è l'anno in cui Anish Kapoor firma il contratto per la realizzazione della stazione. La progettazione e l'ultimazione delle due sculture previste dall’artista anglo-indiano costerà 10 milioni di euro

Inserita da il 11 maggio 2012

metro monte sant'angeloIl grande artista indiano Anish Kapoor sta collaborando con l’Amanda Levete Architects sul progetto  della stazione metropolitana di Monte Sant’Angelo a Napoli.
La forma della stazione mixa lo spirito visionario dell’Amanda Levete con la sensibilità plastica che contraddistingue Kapoor. L’idea di base è quella di evocare la discesa negli inferi, attraverso una forma paradisiaca per molti, a dir poco diabolica per molti altri. Si osservi l’immagine e si giudichi da sé. La struttura verrà realizzata in Corten, materiale che ben sia addice alla natura vulcanica del territorio.
I lavori sono cominciati nell’ottobre del 1999, quando il Ministero dei Trasporti approva l’esecuzione della tratta Soccavo-Monte Sant’Angelo della metropolitana di Napoli. Nel maggio del 2000 la Giustino costruzioni Spa si aggiudicò l’appalto dei lavori, aprendo subito i cantieri. Il 2004 è l’anno in cui Anish Kapoor firma il contratto per la realizzazione della stazione. La progettazione e l’ultimazione delle due sculture previste dall’artista anglo-indiano costerà 10 milioni di euro. Il termine dei lavori, previsto per il 2008, trova un ostacolo nel marzo 2007  in cui, superati gli ultimi ostacoli burocratici si può passare alla fase di esecuzione delle due opere ma ci si rende conto che non ci sono cantieri in grado di realizzare le opere come da progetto. Bisognerà procedere a nuovi calcoli matematici.
Nell’ottobre del 2010 l’architetto britannico Amanda Levete dichiara al Corriere del Mezzogiorno:  “In Italia, lo scontro con la burocrazia mi fa letteralmente andare fuori di testa. Mi avvilisce. Amo gli italiani, ma tutti questi intoppi che si mettono fra me e il mio lavoro qui sono frustranti. Stiamo lavorando a Monte Sant’Angelo da sette anni e credo che l’opera sarà ultimata alla fine del prossimo anno. E’ un ingegnoso incontro tra arte ed architettura. Sono esaltata dal fatto di collaborare con Anish. E’ un’opera gigantesca, brutale, selvaggia dove forma e funzione si incontrano e danno luogo ad un gioco di contrasti”.