Presentata in Campidoglio la Mille Miglia 2012. Madrina Martina Stella

La corsa più bella del mondo torna dal 17 al 19 maggio

Inserita da il 11 maggio 2012

E’ stata presentata questa mattina in Campidoglio l’edizione 2012 della Mille Miglia che torna sulle strade italiane dal 17 al 19 maggio prossimi. Più di 1000 auto sfileranno lungo lo storico percorso Brescia-Roma-Brescia. Alla presentazione erano presenti Martina Stella, madrina della kermesse, il presidente del comitato organizzatore Alessandro Casali, il segretario generale Sandro Binelli e il sindaco Gianni Alemanno.

“Anche in questa edizione - ha assicurato Casali - nonostante la crisi economica, riusciremo a mantenere un elevato livello qualitativo, perché la Mille Miglia è un volano per l’economia del nostro Paese e fiore all’occhiello dell’Italia intera. Negli ultimi anni abbiamo fatto un grande lavoro facendo diventare la Mille Miglia, non solo un grandissimo evento sportivo, ma anche una bandiera dell’Italia nel mondo. Un appuntamento eccezionale sia per immagine sia per numero di concorrenti provenienti da ogni parte del mondo”.

La “corsa più bella del mondo”, come la definiva Enzo Ferrari, attraversa ben sei regioni (Lombardia, Emilia-Romagna, Veneto, Toscana, Umbria e Lazio), la Repubblica di San Marino e oltre 190 località, tra le più caratteristiche d’Italia. Tra i vip che parteciperanno all’evento ci saranno quest’anno, John Elkan, presidente del Gruppo Fiat e sua moglie Lavinia Borromeo a bordo di una berlinetta sportiva Fiat 8V costruita, in piccola serie, dal 1952 al 1954, Stirlin Moss (detentore del record assoluto della Mille Miglia percorse i 1600 km in 10 ore e 8 minuti) alla guida della Jaguar C-type del 1953, e Jochen Mass, ex pilota di Formula 1 al volante di una “Ali di Gabbiano”, la Mercedes-Benz 300 SL W194 del 1952, che quest’anno compie 60 anni. Ai nastri di partenza anche i vincitori della Mille Miglia 2011, Giordano Mozzi e Stefania Biacca, che proveranno a ripetere il successo dello scorso anno, questa volta a bordo di una Lancia Astura 1000 Miglia del 1938 del Museo Nicolis di Villafranca.