Un, due, tre stelle

Non metto sottotitolo per creare suspense sul testo...

Inserita da il 12 maggio 2012

Si fa un gran parlare, amabile lettrice, caro lettore, di stelle.
La Juventus ha vinto il suo ventottesimo scudetto, ma gli juventini si atteggiano come se fossero trenta. Intervistato telefonicamente da un collega del “Corriere dei Puffi”, il presidente dei bianconeri si è giustificato citando gli altri casi famosi di indebite attribuzioni stellari: “Beppe Grillo, nonostante non abbia vinto alcun campionato di calcio, di stelle se n’è messe cinque. E vogliamo parlare della bandiera degli Stati Uniti? Avete mai provato a contare tutte quelle stelle? Io no, ma ho letto su Wikipedia che sono cinquanta! Cioè, gli USA avrebbero vinto cinquecento campionati? Ma stiamo scherzando?”.
Ma un altro tema, sicuramente di minore importanza, tiene banco nel nostro Paese.
Tutti se la prendono con Equitalia. Alla sede romana dell’istituto è stato inviato un pacco bomba, ma senza alcun innesco. La crisi deve aver colpito anche gli attentatori che non se lo saranno potuto permettere.
Due bottiglie molotov sono state scagliate contro la sede di Livorno. Volevamo fare un brindisi, si sono giustificati i manifestanti.
Davanti alla sede di Napoli si sono verificati degli scontri. Ecco cosa succede quando qualcuno vuole passarti avanti mentre fai la fila.
Continua anche il processo Ruby. In questi giorni è stata la prima volta della Minetti in aula. “Non provo alcuna vergogna”, ha detto la consigliera lombarda mostrando le tette ai giudici.
Voglio finire con un allarme lanciato dagli scienziati. È in corso sul sole la più grande tempesta mai registrata (è visibile ad occhio nudo). Quando le radiazioni arriveranno sulla terra potranno mettere in crisi TV, Internet, GPS e tutto il sistema di telecomunicazioni.
Per scongiurare che ciò avvenga, prima che sia troppo tardi, basta semplicemente ]§ajgté[po?ks_x ç@#jafsdx….=ng>*uxa#jvfang>°lka