Arrestato Luigi Lusi

L'ex Tesoriere della Margherita è in cercere a Rebibbia

Il Senato ha votato sì all’arresto di Luigi Lusi. Il voto, a scrutinio palese, è passato con 155 sì, 3 no e un astenuto. “Sono una persona che sta vivendo un incubo”, ha commenta l’ex tesoriere della Margherita dopo aver appreso il verdetto. “Con il voto segreto si mandano in galera i senatori senza che abbiano ucciso nessuno”, ha aggiunto. Poi, a proposito del suo ex leader: ”Ho notato che il senatore Bianco ha votato: almeno Rutelli non ha votato, ha avuto la decenza di non votare”.

Lusi ha lascia Palazzo Madama accompagnato dai suoi legali ed è salito su un’auto privata, con la quale il senatore si è recato al carcere di Rebibbia dove è entrato poco dopo le 20.00.

Il PDL ha lasciato l’Aula al momento del voto. E’ questa la linea emersa nel corso di una riunione gruppo del Pdl al Senato. “Non dobbiamo dare alcuna sponda alla sinistra, non ci devono essere strumentalizzazioni su questo voto”, ha detto Angelo Cicolani.


Inserita da il 20 giugno 2012