Attentato a Brindisi, trovato il killer

"Giustizia è fatta", così ha commentato il padre di Melissa, la sedicenne rimasta uccisa nell'attentato

Ha un volto il killer dell’attentato dello scorso 19 maggio a Brindisi davanti alla scuola Morvillo Falcone, durante il quale ha perso la vita una giovane studentessa sedicenne. “Giustizia è fatta”. Così ha commentato la notizia il padre di Melissa, la vittima, in una conferenza stampa a Mesagne. “Ringrazio tutti – ha aggiunto – per quello che hanno fatto. Ora trovo la forza – ha aggiunto – in mia moglie, pensando a Melissa”. Nella conferenza stampa, accompagnato dall’avvocato, ha ringraziato le forze dell’ordine, i magistrati e anche i giornalisti”. “In questi giorni – ha aggiunto - ho sentito tutti vicini”.

Il killer è in stato di fermo da ieri dopo aver confessato di essere il responsabile dell’attentato è stato interrogato oggi nel carcere di Lecce, dove è recluso dalla scorsa notte. L’uomo, 68 anni, avrebbe fatto esplodere la bomba di giorno perché di notte lì non c’era nessuno. Lo ha detto lo stesso nell’interrogatorio di ieri.

Forse c’è un complice ma nessuno ha idea di chi sia.

Inserita da il 7 giugno 2012