Emilia Romagna, visita del Papa ai terremotati

"La Chiesa vi è vicina", così Benedetto XVI alle vittime del sisma

Inserita da il 26 giugno 2012

Papa Benedetto XVIFedeli in strada fin dalle prime ore dell’alba a Rovereto di Novi in Emilia Romagna per l’arrivo di Papa Benedetto XVI. Atterrato intorno alle 10.15 nel campo sportivo di San Marino di Carpi, il Pontefice è arrivato nella ‘zona rossa’ a bordo di un pulmino della Protezione Civile per una tappa di preghiera davanti alla chiesa di Santa Caterina di Alessandria. Il Santo Padre ha rivolto un pensiero silenzioso per don Ivan Martini, il parroco morto nel tentativo di salvare la statua della madonna della sua Chiesa.

“Fin dai primi giorni sono stato sempre vicino a voi con la preghiera e con l’interessamento. Ma quando ho visto che la prova era diventata più dura” ho sentito “più forte il bisogno di venire di persona in mezzo a voi”. Così il Papa ha salutato le persone colpite dal terremoto.

Benedetto XVI si è avvicinato ai malati del piazzale, fermandosi a parlare con alcuni terremotati, prima di stringere la mano al fratello adottivo di don Ivan. “E’ come se arrivasse il padre ad abbracciare i suoi figli”, hanno detto i fedeli.  Il Papa da Rovereto di Novi ha voluto “lanciare un forte appello alle istituzioni, ad ogni cittadino ad essere, pur nelle difficoltà del momento, come il buon samaritano del Vangelo che non passa indifferente davanti a chi è nel bisogno, ma, con amore, si china, soccorre, rimane accanto”. E anche la “Chiesa vi è vicina”, ha detto.

Poi il Papa è salito su una gip della Protezione Civile per andare verso l’area dei campi sportivi dove si svolgerà l’incontro con la popolazione.

Il presidente della Regione Emilia Romagna, Vasco Errani , ha sottolineato: “La visita del Santo Padre è un elemento importantissimo per fare il lavoro che dobbiamo fare”.

 ”Si tratta – ha spiegato - di un gesto molto importante di solidarietà concreta, un continuo incoraggiamento. Ciò che è l’elemento fondamentale è lo spirito e la spiritualità del Santo Padre che per noi è un elemento importantissimo”.